Dal 20 al 28 aprile
Nouakchott, Nouadibu, Casablanca, Tangeri, Barcellona, Genova, Torino. 
2900 km più 3 di nave e sarà Casa dolce Casa

-----------------------------

 

28 aprile 2022 

Finalmente raggiunto il Porto di Tangeri con altri 930 km, ma per fortuna quasi tutti di autostrada.
Arrivato al porto, sbrigate le formalità in 30 minuti, credo record assoluto.

Peccato che il vero e proprio imbarco sia avvenuto 3 ore dopo.
Cabina della nave interna, ma d'angolo quindi isolata e silenziosa.
Al porto avevo adocchiato una Toyota camperizzata, poi conosciuto il proprietario.
Ben, un inglese che vive in Austria in giro da ottobre e proveniente da Senegal, Guinea, etc.

Belle ed interessanti chiacchierate anchen con italiani motociclisti provenienti dal deserto spagnolo che dovevamo fare e poi salto' tutto causa giochi di colori con il covid.
Quindi marketing aggressivo.
SIM della Wind in tilt e quindi chiamato casa con cellulari in prestito.

Buona pizza, buon caffè, ovvio napoletani e calabresi sono una stra garanzia.

E finalmente l'arrivo a Genova con dogana iper veloce zero controlli e casa dolce casa con mamma e' le sue lasagne al forno.

--------------

23 aprile 2022 

Oggi giornata di riposo in quel di Tiznit.
È una città ovattata, regna sempre il silenzio.
No clacson, no urla, no pianti dei bambin.
Quasi tutti in abiti tradizionali.
Negozi di argenteria, monili unici, coloro sgargianti degni dei berberi.
Datteri un po' ovunque e spezie.
Palme potate molto alte e piante dai fiori rossi e viola che rallegrano la vista.
È impressionante la quantità di alberghi.

Domani altra tappa Marathon pet raggiungere il porto di Tangeri.

--------------

23 aprile 2022 

Oggi tappa "breve".
Solo 370 km.
Per me i più belli del Marocco da Akfenir a Tiznit.
Dune che si tuffano nell'oceano e fenicotteri rosa.
Poi un sali e scendi tra dolci colline e montagne, con le piante d'argan che la fanno da padrone.
Tiznit famosa per il suo argento è una delle capitali berbere.
Meravigliosi i colori di babbucce abiti e tappeti.
Dentro le sue mura s si respira ancora un'aria autentica.
Abiti tradizionali indossati da donne e uomini, vecchi negozi di barbiere, dove sono andato a farmi bello e spezie, le famosissime spezie marocchine, che profumano tutti i vicoli della medina.

--------------

22 aprile 2022 

Oggi tappa Marathon 937 km.
Con foratura, anzi direi con gomma disfatta.
Un camion si è subito fermato e nonostante il Ramadan sono scesi Padre e 2 figli e mi hanno quasi escluso dai lavori.
Ora sono nel Parco Nazionale di Akfenir.
Cena con zuppa e tajine, dolcetto e uno degli ultimi te' del viaggio.
Visto che a nord sembra piu' una tisana che un tè verde ben dosato.
Tantissimi cammelli, vedi CHAMEAUX, per tutti locali che mangiano le piante bagnate di sale e rugiada data la vicinanza dell'Oceano.

 

--------------

21 aprile 2022 

Oggi è grande giorno, quello della frontiera.
Ed anche se l'ho già passata decine di volte, non si sa mai.
Ed infatti....
Non trovavano più la data del mio ingresso in Mauritania, troppo vecchia.
Così come un flipper impazzito, tra un ufficio e l'altro fino a che uralndo e sbraitando ho risolto il tutto.
Coda infinita per fare l'assicurazione ma erano finiti i moduli.
Il solito albergo chiuso.
Ed accomi qui a scrivere in un altro albergo 90 km dopo la frontiera.
Da domani sarà meglio che mi dia da fare se voglio prendere la nave del 25.

--------------

20 aprile 2022 

Oggi 500 km
Dalla capitale Nouakchott fino a Nouadibu dove l'amico Hamida mi aspettava.
Tampone eseguito insieme a due tedeschi con furgone VW e bici al seguito.
In giro da 5 mesi, beati loro.
Guinea Senegal Mauritania e Marocco, forse domani Inch'Allah.
Serata in famiglia con cena del Ramadan delle 1000 ed una notte.
Ora sono in una mega villa tutta per me, con salone, doccia e tutti i comfort.
Domani sarà il grande giorno.
Dogana e poi sempre più a nord.
Chissà se riesco ad arrivare dopo Layoune, al Camping des Nomades.